Webinar: Liberati dai Guru e scopri il Divino in Te

  • pifferaio magico

Una recente discussione su fb ci ha fatto portato a rifare una considerazione importante che forse non è mai sottolineata abbastanza. Sembra ovvio e naturale, e lo è, e allo stesso tempo è l'Illuminazione delle Illuminazioni:

IL NOSTRO MAESTRO SIAMO NOI

Distinguendo bene che le tecniche e le metodiche sono tasselli focalizzanti per orientarci e allenarci a Sapere completamente questo in ogni nostra cellula.

Una situazione che riscontriamo in molti lettori (non solo nostri) è la "dipendenza" da "guru", la totale resa ai suoi insegnamenti e alle sue direttive. La “sottomissione” a chiunque si ponga con un po’ di parlantina e dichiari di essere colui che sa. "Guru" che probabilmente verrà sostituito con un prossimo che riteniamo più potente e adeguato a risolvere i nostri attuali problemi. Che poi quando certe direttive sono definite (da egli stesso) sue riservate canalizzazioni esclusivamente a sua personale e privata gestione secondo noi rischia di esserci qualcosa che non và... Siamo abituati a diffidare assolutamente di chiunque si ponga come il detentore dell’unica verità. Non parliamo poi di chi si arrabbia per sostenere le sue tesi o pretende di imporle al mondo. Certo è che i falsi guru esistono proprio perché esistono i veri Maestri, ma di una cosa siamo abbastanza certi… i veri Maestri sono piuttosto rari e sicuramente sono liberi dalle caratteristiche sopra descritte. E' naturale che un Maestro sia in connessione cosciente con un Oltre dai più non identificato alla vista e ai sensi, ma è quella stessa connessione (anzi migliore perchè sarà nostra, nata in, per e con noi pertanto infallibilmente potente) di cui ogni essere umano è dotato. Perchè ogni essere vivente può, se davvero vuole,  accedere e nutrirsi con la Fonte primaria Universale. E un Maestro può insegnare tutto quello che ritiene corretto senza paura che il suo allievo si appropri di un potere che "momentaneamente" non gli competa per X motivi.

Un essere che vede chiaro ti dirà come prima cosa che "tutto è dentro di te" e che la Strada che può condividere con te è una delle "tante" che portano allo stesso (unico!) obiettivo (l'Amore).

Noi ci siamo incamminati in Ho-oponopono semplicemente perchè è la tecnica più facile, accessibile e alla portata di tutti, senza maestri immediatamente dopo che iniziamo a dire il mantra. Può essere che tra non molto esca uno stato (un mantra, un'illuminazione, un modo) più potente e ulteriormente semplificato per connetterci con il nostro Io Superiore e con Lui all'Infinito. Ma per adesso c'è questo percorso che ci soddisfa, ci lascia liberi e ci appaga.

Siamo consapevoli che la condivisione dell’esperienza di un illuminato o di qualcuno che ha intrapreso un determinato cammino efficacemente (e questo lo si può accertare solo ed esclusivamente vedendo la persona che egli è) prima di noi può aiutarci a rendere il nostro stesso percorso più semplice e spedito, ma a patto che costui non pretenda di insegnarci.

Quello che ci preme sottolineare è che in primis dobbiamo essere convinti che Noi stessi siamo la nostra meta e trovare piacevoli e congeniali le strategie che mettiamo in atto per accedere al potere connesso alla Fonte.

Certo tutto aiuta se percorso con persone oneste, rispettose e competenti. E aiutano i libri, i seminari, le conferenze, i gruppi, tutto ci può arricchire, spronare e accelerare la centratura del nostro cerchio ma tutto, sempre, rimane saldamente in mano nostra.

Anche quando si usufruisce di supporti personalizzati e consulenze individuali dobbiamo avere assolutamente chiaro che "se io non faccio attenzione a riportare in maniera esperienziale tutto ciò che imparo nella mia quotidianità" potremmo accedere a pochi risultati e a persuaderci che stare a traino di un maestro sia la strada migliore, almeno per un tratto.

Ma da qui a dare "merito" divino mitizzando il guru di turno ce ne passa.

Di una cosa è bene essere consci: niente è mai sbagliato o inutile e  finchè ci saranno maestri discutibili è perchè sono indirizzati a studenti discutibili (legge di attrazione) pertanto noi siamo sempre responsabili di chi attiriamo, con chi vogliamo procedere e in quale modalità. Ci sono persone che hanno bisogno di schierarsi o farsi adepti per estrarre da se stessi atti personali oltre a perfezionare più velocemente la propria armonia.

Noi siamo convinti che la maggior parte delle tecniche sia non solo uno scalino che ci sgrezza ma anche una scusa. Uno degli ennesimi rimandi a occuparci di noi stessi come connesso/riflesso di Dio in terra.

Fino a non molti anni fa c'erano relative difficoltà a reperire informazioni e poche ne giravano. Essendo circoscritte sia nel desiderio di condividerle (chiesa, stato, santoni o manipolatori vari) una realtà ora inarginabile, sommate alla difficoltà di potersele procurare da soli, poche di conseguenza erano le persone di o con cui leggere, discutere, studiare. Oggi abbiamo anche capito, anche tramite sperimentazioni scientifiche, che tutto si assorbe anche per osmosi, telepatia e sensibilità, e - e questa è già una grande prova che la sostanza prima è sempre una e sempre quella (l'Amore) - che la massa che emana "bene" condiziona più potentemente di quella che vibra "male". Molte conoscenze ci arrivano da direzioni incrociate e in quest'epoca la coscienza collettiva ha fatto un salto quantico prezioso e urgente.

Adesso, in un periodo storico mai rappresentato in questa forma mista, ci siamo resi conto sbalorditi, scioccati ma per l'ovvia riconferma, che il nostro Maestro siamo noi, esseri immortali connessi al Tutto.

E che abbiamo tutte le potenzialità di dimostracelo adesso.

WEBINAR

LIBERATI DAI GURU

E SCOPRI IL DIVINO IN TE

giovedì 25 ottobre 2012

ore 21.00

inclusa nella registrazione del webinar la meditazione guidata collettiva (mp3) di auto centratura e padronanza del Sé.

Per partecipare e iscriverti CLICCA QUI

CondividiShare on Facebook45Tweet about this on Twitter3Share on Google+1Share on LinkedIn4Pin on Pinterest0Email this to someone
Categorie
42 Commenti
  1. MARZIA

    sentirsi liberi è già un grande passo verso la consapevolezza.
    è bello sapere che la verità è in ognuno di noi , un grande potere !!!! grazie

  2. MIRCO

    La mia esperienza personale è stato il mio cercare per piu’ di 20 anni di affidarmi a una disciplina che avrebbe dovuto portarmi alla “illumonazione”, così non è stato per moltissimi fattori, di sicuro questa esperienza è stata positiva al fine ri rivelarmi che dipendere da un guru, un metodo, una chiea o una persona non va mai bene perchè è una dichairazione di fallimento e un affermazione del tipo “non sono capace”. Cosa molto diversa se invece parliamo della volonta’ di aiutare ed essere aiutati, cosa nobile e positiva, ma il limite – molto flebile – è dove finisce l’ aiuto ed inizia la dipendenza? E qui chiedo scusa ma una risposta non l’ ho ancora trovata, ma di sicuro non smetto di cercare.

    Grazie davvero per il bellissimo e illuminante post. VI AMO

  3. Liliana

    Mi piace ascoltare un maestrro o una determinata esperienza altrui poi però ascolto il mio io e cerco di mettere in pratica il pensiero positivo che c’è in me
    Grazie di tutti i vostrri consigli.
    Un abbraccio

  4. ALESSANDRA

    Il percorso per trovare me stessa e’ cominciato tanti anni fa e non e’ ancora finito,,,,anzi.Nel Buddismo si cerca l’illuminazione dentro di noi . Noi siamo Budda, siamo scintille divine abbiamo le risposte dentro di noi a tutto -I Guru siamo noi .Grazie Alessandra
    i

  5. Alessandro Gemmiti

    Come sempre, le regole, i comportamenti e, perché no, anche le emozioni andrebbero guidate dal buon senso. Un concetto che dice tutto e dice nulla….e che, soprattutto, non si insegna in alcuna scuola. D’altra parte il vostro articolo lo fa intendere abbastanza chiaramente anche fra le righe. Al di là dell’aspetto pratico, per cui affidarsi “totalmente” ad un maestro spirituale comporta dei rischi di non poco conto – mi viene in mente il plagio, il condizionamento, la delusione nel caso che, per qualche motivo, il guru venga a “mancare” con conseguente istinto di abbandono della via intrapresa e, comunque, tutte quelle “patologie” da dipendenza che non sono mai salutari in un cammino spirituale – resta il fatto, peraltro ormai incontestabile, che qualunque sia la via spirituale che intraprendiamo, questa deve essere squisitamente personale. Va bene, se nei primi passi del nostro cammino, sentiamo il bisogno di “appoggiarci” ad una figura che in qualche modo riconosciamo come “maestro”, ma è necessario conservare, in un angolo della nostra mente, il salutare distacco – a volte anche sentimentale – che ci consenta, almeno, una capacità di analisi e, non ultimo, la capacità di “sentire” quando è ora di lasciare il porto e affrontare il mare aperto da soli. Va da sé che l’onestà e la dirittura del Maestro, sono fondamentali e occorre rifuggire (e qui torniamo al nostro discernimento) da quei maestri con un eccessivo senso di “protagonismo”. Mi rendo conto che non è facile, ma dobbiamo anche aver fiducia nel “Cielo” che saprà dosare, con la Sua saggezza, le esperienze adatte alla nostra formazione e crescita. Om Shanti

  6. Giovanna

    tutti i maestri che sono passati nella storia anno lasciato la loro traccia d’amore e talvolta sacrificando loro per noi, io penso che tutti facciamo parte di un tutt’uno fatto d’amore. Tutto dipende da noi stessi. Ti amo mi dispiace ti chiedo perdonami grazie. Giovanna

  7. elisabetta

    Grazie cari Josaya per queste condivisioni interessanti. Personalmente penso che chiunque di noi sia in effetti un maestro per chi è aperto e disposto a migliorarsi. Ogni cosa e ogni persona può fornire uno spunto di riflessione su cui ‘lavorare’, anche chi compie azioni o dice cose che non ci trovano d’accordo, semplicemente rafforzando ancora di più, con i loro atti non condivisi, la nostra convinzione opposta. Ora, per quanto riguarda i cosiddetti guru, da quello che mi risulta la parola ‘guru’ è la semplice traduzione (in qualche lingua lontana da noi) di ‘maestro’. Insomma, non ha niente a che fare con l’interpretazione che spesso si dà a questo termine, usato spesso a sproposito, e – ridimensionandolo al suo vero significato- il concetto può essere vissuto in modo più sereno, di minor pericolo di manipolazione o plagio.
    Mi sembra comunque una ottima abitudine quella di frequentare persone ‘brave’ nel fare ciò che noi vogliamo fare della nostra vita, perché l’esempio che vediamo negli altri è in ogni caso un condizionamento per ogni essere umano. Così siamo fatti! Allora tanto vale avere intorno persone che ci possano nutrire di rose e non di spazzatura!
    Luce e pace a tutti noi che condividiamo questo percorso. E anche a tutti quelli che non lo fanno,
    Elisabetta

  8. Deborah

    Per me Guru è colui che ha realizzato Dio ad esempio Gesù, Buddha, Krishna, Paramhansa Yogananda, Laihiri Mahasaya…insomma gente di qsto calibro.
    Tipi del genere possono aiutarti a ritornare a casa ma solo se ti impegni a sottometterti al loro volere, che nn è altro che la volontà di Dio…e x la comprensione che ho raggiunto fin qui, ognuno di noi è stato affidato ad un Guru. Maestri possiamo avere tanti, imparare, trarre ispirazione e così via ma il Guru è uno solo. Un legame eterno e indissolubile…trovarlo è una fortuna che nn capita a tutti.
    E cmq il Guru ti indica la via ma la devi percorrerla tu…aspettare che qualcuno ti carichi sulla spalla rendendo le cose più facili, significa prendersi x i fondelli in partenza.
    La Verità nn è mai a buon mercato dicono.
    :-)

  9. Vorrei condividere con voi quella che è stata la mia lunga ricerca: in 20 anni ho provato in svariati modi di risolvere i miei problemi personali, di avere più successo, smettere di fumare, riuscire finalmente ad avere un figlio e in definitiva riuscire finalmente ad essere totalmente pienamente felice.
    Ho provato corsi di diversi tipi, dalla PNL fino a ritiri di meditazione molto estremi ma alla fine, c’era sempre qualcuno che stava su una cattedra e che voleva insegnarmi come e cosa fare della mia vita. Quando ho scoperto PSYCH-K invece, è stato come atterrare in una terra nuova. Il principio base era: Nessuno qui cura nessun altro, il potere di guarire/stare bene, è dentro ciascuno di noi, noi ci limitiamo a facilitare questo processo con un nuovo strumento che affonda le sue radici nell’incrocio fra antica saggezza e moderne neuroscienze.
    Avevo letto di questo strumento sul famoso libro di Bruce Lipton, La biologia delle Credenze. E partecipare a questo corso è stato l’inizio della più bella rivoluzione positiva mai esistita nella mia vita. Fra l’altro, ho col tempo scoperto che PSYCH-K affonda le sue radici nella stessa Hawaii del Dr Hew Len, più precisamente in quella Civiltà Lemuriana di cui le Hawaii sono una delle poche terre emerse… Insomma, una ricerca molto più che affascinante, e soprattutto un immenso potere di cambiamento a portata di tutti, senza più guru di mezzo!
    Grazie per lo splendido spunto, a chi volesse condividere di più su questo argomento, vi prego di scrivermi !
    Ti amo, Grazie !

  10. Cristina

    @ MIRCO:…effettivamente può SEMBRARE non semplice individuare il “confine” fra aiuto – a se’ stessi e agli altri – e dipendenza. Credo che sia, una volta di più, questione di conoscenza e auto-conoscenza, di fiducia in se’ e nelle proprie capacità…anche la GURUDIPENDENZA è “guaribile”…ascolto, ascolto, ascolto e contatto con il CAPO…in noi!!!

  11. Cristina

    @ Max Damiolli:
    Come sempre…GRANDE MAX!!! La tua capacità di esprimere concetti profondi come se fossero bischerate – e viceversa…ahahah!!! . è veramente ENCOMIABILE, neveeerooo!!! Un abbraccio…FANGURESCO!

  12. Patrizia

    So cosa vuol dire seguire un guru e poi ritrovatrici più incasinata di prima ma adesso finalmente ho capito che sono solo e soltanto io “Il capitano della mia anima” Grazie Grazie Grazie

  13. Domenico

    Ti scrivo perchè ho serissimi problemi di vista @ Erica:
    (sono appena autosufficiete e non sò per quanto tempo ancora)
    se tu hai sperimentato qualcosa che pensi possa funzionare informami, scrivimi.
    Augurandoti ogni bene, in bocca al lupo per il tuo viaggio! Grazie. Domenico.

  14. suraj calogero

    Carissimi, e importante che su questo pianeta ci siano i Guru, i Maestri illuminati o Risvegliati, per l’Evoluzione di tutti gli esseri Umani, adesso, ci sono molti giovani Risvegliati che conducono Satsang ovunque , anno a cuore tutti gli esseri umani e tentano in tutti i modi di comunicare cio’ che e’ quasi impossibile da spiegare, ma aiuta molto stare con loro , e piu’ veloce ,
    possiamo evitare strade molto lunghe , e’ abbiamo poco tempo.
    possiamo in poco tempo riconoscere la Gioia nel nostro Cuore , che e’ sempre stata li’ , e l’avevamo dimenticato, questo e’ il loro lavoro, semplicemente ricordarsi chi siamo.
    poi ognuno a il maestro -amico che si merita,o di cui ha bisogno, sembra strano ma e’ cosi.
    vi abbraccio tutti Suraj

  15. Di persone che si ritengono dei Guru al mondo ce ne sono tanti, molti dei quali disonesti e senza scrupoli. Quando ero bambina, con la mia famiglia, mentre ci trovavamo in India in vacanza, andammo a visitare l’Ashram di Sathia Sai Baba. Lo abbiamo conosciuto personalmente. E’ stato un personaggio fantastico, ciò che insegnava era adeguato alla vita di ogni essere che incontrava davanti a se che fosse cristiano, ebreo, musulmano o di qualsiasi altra religione, insegnava i valori reali della vita. Molti lo hanno criticato pesantemente, molti lo hanno idolatrato e tutt’ ora lo fanno, ma io penso che comunque quando ti trovi davanti a personaggi simili, devi prendere il meglio di ciò che ti insegnano e poi sviluppare queste cose per arricchire il tuo Io interiore senza dover per questo diventare una fanatica del Guru o del Maestro in questione. Oltre a S. Sai Baba in India ne ho conosciuti altri di Maestri , Osho anche se ormai era ammalato e poco dopo è morto. (Bhagavan non so se si scrive così – e altri ancora in giro per il mondo. )Gli insegnamenti che ogni persona ti da, quando la incontriamo, possa essere anche una persona che conosci e poi non la vedi più, ti può portare dentro degli insegnamenti molto grossi, basta riuscire a leggere tra le righe ciò che ti dicono e arricchire il tuo spirito e il tuo “Dio” che sta dentro ciascuno di noi. Adesso che non sono più una bimba, queste esperienze le conservo dentro di me come se avessi trovato la più grossa pepita d’oro esistente al mondo. e sono molto felice di non essere divenuta ne una adepta, ne una invasata. Sono diventata la Cristina di oggi, che sta facendo un percorso spirituale per me importante e pieno di soddisfazioni e di doni che mi vengono dati. Penso che nel nostro paese, coloro che si ritengono dei “Maestri” solo perchè hanno ricevuto dei doni, invece di darli chiedendo soldi su soldi come vedo che spesso molti fanno, insegnando delle cose che se non applicate interiormente non servono a nulla, dovrebbero dare i loro insegnamenti gratuitamente, perchè mi hanno insegnato i Maestri veri che ho conosciuto, che chi ha dei doni, deve darli senza chiedere niente in cambio. Così succede in Spagna e in tutti gli altri paesi del Mondo. Qui ognuno chiede soldi altrimenti non fa nulla. Poi non si sa chi è Maestro vero e chi è Maestro falso, e nemmeno quelli veri vengono allo scoperto, sembrano tutte delle piccole cosche dove ognuno si tiene stretto il suo dono senza scambiarlo con nessun altro. O paghi, e riceverai ogni cosa, altrimenti se non paghi, non avrai nulla nemmano un consiglio. Ognuno poi faccio ciò che meglio ritiene sia per la sua anima e per il suo spirito, sia per le sue tasche. Appena mi sentirò pronta a dare i miei doni, li darò senza nulla in cambio. Questo è ciò che penso a riguardo. Il Maestro vero, può servire fino ad un certo punto. Dopo dipende solo dalla tua coscienza e da come applichi ciò che ti viene insegnato nella tua crescita interiore.

  16. Asy

    @ MARZIA:
    eh già, “….siamo responsabili con chi vogliamo procedere e in quale modalità” ovvero la scelta, in base al ‘tratto di via’ che in questo prpesente si percorre: c’è chi è all’inizio, chi in curca e non si vede cosa ci sia dopo la curva, chi è in salita verso la vetta, ecc….. quindi tutti i metodi sono validi se corrispondono alla nosta domanda del presente, tutte le tecniche sono valide, se scelte consapevolmente, rispondono ed operano sul motivo per cui le abbiamo scelte. Nessuno p0uò vedere al di là di una scelta non chiara, ed essere viaggiatori di metodi aiuta a focalizzare meglio il percorso. Tutto serve, se scelto consapevolmente.

  17. massimo

    Namastè ragazzi io vado a meditazione tantra ioga , per avere un modo di stare insieme ad altre persone nell’amore ,lo faccio perche mi ricarica ,stare nel quotidiano mi carica di molta energia negativa ,e fare meditazione insieme mi aiuta molto ,comunque pratico sempre l’ho oponopon perche lo ritengo uno dei migliori modi per canalizzrsi ,l’ho integrato anche alle meditazioni che faccio ,ho preso anche i primo livello di reiki per ripulire piu’ rapidamente le energie ,penso comunque che ogniuno abbia la sua strada che deve fare da solo ,il libro Io Sono per me è stato illuminante e poi dopo il viaggio astrale che il dividno mi ha oermesso di fare ho capito che tutto è in noi non sevono altri basta crederci e chedersi chi sono spesso poi tutto arriva ,grazie ancora per il magnifico lavoro che fate vi auguro una magnifica settimana

  18. Benedetta

    Condivido in pieno il commento lasciato da Deborah. Riuscire a ri-trovare già in questa vita il Guru a cui si è stati affidati lungo il proprio percorso di “ritorno a Casa” è una vera Benedizione e, una volta che si sia approdati a questa sacra soglia, il rinnegarLo dalla propria vita sarebbe come sputare in faccia alla Grazia Divina mentre copiosa discende sul tuo capo…un atto di irriverente ingratitudine, l’autosabotaggio più stupido e deleterio in cui si potrebbe incorrere….solo per incapacità (non-umiltà, arroganza, diffidenza) di affidarci a Chi venuto a mostrarci il volto del puro Amore Divino.
    Per citare Deborah, il Guru ha la missione suprema di indicarci la via per la santità, sta poi comunque a noi la missione esistenziale di percorrerla, ed ognuno lo farà, già lo sta facendo, con i propri tempi e modi, e cercando di padroneggiare, ogni volta un pò più abilmente e saggiamente, quell’arma inviolabile a doppio taglio che è il nostro libero arbitrio. Il sacrosanto Libero Arbitrio anche di sbagliare….e di sbagliarci, perchè no, proprio riguardo alla controversa figura del Guru :-)
    E dunque…..In Bocca Al Buon Guru!!! Ciaooooo a Tutti!!!

  19. elisabetta

    Credo che il Guru, quando è un vero Essere illuminato, cioè ha raggiunto l’unità col Tutto Uno – e lo puoi sapere solo se ne fai l’esperienza- oltre che indicarti la via, abbassare il tuo ego, innalzare le tue vibrazioni, calmare la tua mente, ti porta al punto in cui ti fa capire che devi abbandonare anche la sua forma per andare sempre più in profondità di te stesso/a a scoprire e sperimentare la tua Divinità. Ti dà tanto Amore e tu per quell’amore ti abbandoni a Lui che è come abbandonarti a te stesso al tuo stesso Sè, al Dio dentro di te. Sempre se siamo o siamo stati alla presenza di un vero Maestro,per cui è molto importante la discriminazione e soprattutto farne l’esperienza diretta.
    Se è un Guru che chiede soldi o peggio che ti vincola alla sua forma allora bisogna fare molta attenzione, anzi starne alla larga

  20. elisabetta

    Scusate era tanta la foga nel descrivere le caratteristiche di un vero Guru -almeno dal mio punto di vista – che mi sono dimenticata di dirvi che vi ringrazio e vi amo tutti

  21. Federica

    @ Erica: ciao, io ho fatto una seduta ma non ho avuto grandi risultati. forse il terapeuta non andava bene per me. mi piace molto eckhart e marina borruso come filosofia. anche io ho fatto tanti anni di terapie varie, letto libri e partecipato a seminari. ho letto il libro, la biologia delle credenze, mi è piaciuto molto. ora sto leggendo, io sono quello di maharai, e dedvo dire che sta demolendo tutto quello che avevo imparato, dicendo che lunica cosa importante e fissarsi sul io sono, e ricordarci che siamo destinati all’illuminazione, secondo lui tutto il resto non esiste perchè è tutto un’illusione, dobbiamo abbandonare i nostri desideri e paure, solo allora la nostra mente sarà libera e diventerà partecipativa per andare oltre il mondo che vediamo. cioè lei è l’impedimento e lei può diventare collaborativa. però mi farebbe piacere saperne di più riguardo la tua esperienza.
    a presto, grazie
    federica

  22. @ Federica:
    Cara Federica, conosco benissimo Maharaji e ho fatto più di un intensivo “di illuminazione”, anche di 15 gg, alla ricerca del “Io sono” e ho parecchio da raccontarti in merito ad entrambe le cose, Maharaji, Biologia delle Credenze e Intensivo.. Se lo desideri, contattami alla mail ioriesco.it@gmail.com che vediamo di sentirci più direttamente, così possiamo parlare con la massima libertà.
    Cari saluti
    Erica

  23. marina

    concordo con voi, il vero maestro lo abbiamo dentro di noi e quello che troviamo all’esterno deve solo portarci a scoprire ciò che in noi lo rappresenta, anche se a volte non è facile trovare le persone giuste con le quali iniziare a percorrere la strada verso questa scoperta della nostra interiorità; esistono tante persone con diversi gradi di coscienza, è logico che ad ogni allievo corrisponda il “maestro” , ma è anche vero che ad ogni passo fatto verso una maggiore consapevolezza del proprio essere ed esserci, cambia anche il punto di riferimento esterno , fino a che un bel momento, anche questo non servirà più perchè sarà nato quello che dentro di noi è l’unico vero “maestro di vita e esperienza”: noi stessi, uniche e incommensurabili creature figlie “dell’uno”
    mi dispiace perdonami grazie ti amo

  24. palmina

    @ Cristina:
    @ Cristina:
    ciao Cristina, sono perfettamente d’accordo su quello che dici. Tutti ti promettono che comprando questo o quell’altro riuscirai a…… I doni non si vendono, gratuitamente avuti e gratuitamente vanno dati. Poi la scintilla Divina cercala in te c’è già la devi solo cercarla e avere finalmente la “consapevolezza” che Dio è in te, Lui ci ha fatto a Sua immagine e somiglianza solo che ce lo dimentichiamo sempre. Se solo gustando appieno un’alba, un tramonto, un sorriso, un’amicizia, il sorriso di un bimbo o di qualcuno, ci accorgessimo di quanto Dio ci ama, saremmo tutti più sereni.
    Scusa, ti chiedo perdono, grazie di amo.
    Queste parole sono una bellissima preghiera. Amore e armonia a tutto l’universo.
    Palmina

  25. Gloria

    Carissimi Josaya, è assolutamente vero quanto avete scritto, anche che di Maestri veramente illuminati ce ne sono pochi, e voi ne fate parte!!!! Un grandissimo abbraccio Vi Amo!!!!!

  26. Melissa

    I maestri non sono altro che una manifestazione diversa di quello di cui tutti siamo già fatti. La diversità sta nella consapevolezza della sostanza di cui siamo stati creati.
    Un abbraccio di luce a tutti!

  27. Franca

    Come cristiana mi sento dire di stare alla larga non solo dai guru ma da tutta la new age,che dobbiamo confidare in Dio solo…che ne pensate?

  28. luisa

    Ho appena incontrato Ho’oponopono. Ho la fortuna di avere un Maestro in forma terrena nella mia vita, che ha a cuore il risveglio di tutti gli esseri senzienti, e che mi ha trasmesso le stesse cose: siamo amore, siamo parte e manifestazione della stessa sostanza divina, che è coscienza illuminata. La connessione con la nostra essenza, attraverso la meditazione, per esempio, è il solo modo per essere sempre più chi siamo.
    sono felicissima di avere anche voi. GRAZIE. GRAZIE. GRAZIE.

  29. Daniela

    …come non c’è un’unica verità…non c’è un unico maestro….come non c’è un unico percorso,ma tanti e diversi o anche simili,ma sempre diversi percorsi…a seconda di quello che siamo venuti a fare e ad apprendere….come recitano spesso i josaya,ogni essere è unico e irripetibile……anche se siamo uno nella coscienza collettiva….siamo energia che emana amore….e siamo qui per ”crescere” ”evolvere”…e ognuno,”incontra” appunto sul percorso che ha intrapreso….il ”maestro che gli è utile” fin quando finalmente siam pronti a ”spiccare il nostro volo” da soli…ma sempre uniti al tutto…….
    i consigli servono,ci aiutano,ci aprono gli occhi…ma sta poi a noi ”vedere veramente”…..l’unica cosa che trovo ”dissonante” e che prendo lo spunto,per parlarne proprio qui,perchè rientra nell’argomento,proprio qualche giorno fa ,navigando sul web,mi sono ”imbattuta” in un ”maestro” che per certi versi mi ispira e mi piace il modo di comunicare,solo che ascoltandolo sul video,non ho trovato ”adeguato””,perchè generalizzava sugli ”spiritualisti” sui ”mentali” e altre cose del genere asserendo la loro ”inutilità”…….cioè generalizzava su alcune tecniche che a suo avviso non funzionano affatto.
    Vero o non vero,rientrando nel discorso del ”guru” che è dentro di noi,e al nostro potere personale,credo che appunto per ognuno non c’è una ”regola fissa” ma,a seconda di come siamo noi,c’è quello che va meglio,o meno bene,o è ”superlativo” o non funziona…dipende sempre e solo da noi…credendo più in noi stessi…penso davvero,che solo noi ci autosabotiamo…e allo stesso tempo possiamo convincerci di poter riuscire o meno…sperimentando le conseguenze legate al nostro modo di essere e pensare…..ognuno ha il proprio percorso….e non ci sono tecniche giuste o sbagliate…ma solo quello che è più allineato al proprio modo di essere….Grazie…..

  30. Maria

    ALOHA!! SONO DACCORDO CON VOI . NOI SIMO I MAESTRII DI NOI STESSI. E SONO CON VOI PER SCOPRIRE IL MAESTRO E DIVINO IN NOI. TUTTO E’ ESPERIENZA, BASTA FARLO CON AMORE. SALUTI ALOHA.

  31. anna

    Ciao Josaya,
    questi webinar mi piacciono tanto! . Dovreste farne uno al mese! per sempre!. La tematica è molto particolare.. fa riflettere e poi non vedo l’ora di ascoltare la meditazione per la centratura!!.
    Un abbraccio,
    Anna

  32. Daniela

    …spero ne organizzerete qualcuno che sia di lunedì sera o mercoledì sera o anche il venerdì…..perchè ho inziato il corso di ”zumba”…:) e ce l’ho il mart e giov sera!!!! Un’abbraccio di luce!!!!

  33. anna

    Ciao Josaya!
    vi devo fare veramente i complimenti! . Stasera è stato un webinar fantastico! molto originale e ricco di contenuti!. La tematica è stata molto particolare, le citazioni interessanti, soprattutto l’accenno a METATRON. Le due meditazioni di auto centratura sono state estremamente rilassanti, soprattutto la seconda a fine serata, quella di Sandro, è stato un bellissimo esercizio di visualizzazione. L’esercizio di Fabio Paolo Marchesi mi ha messo di ottimo umore! funziona, ti fa capire che la parola è potente ed ha in se una sua vibrazione…… bisogna lavorare su se stessi, riappropriarsi del proprio potere personale e seguire il proprio maestro interiore. Inoltre, bella la musica all’inizio e alla fine del webinar!
    ciao josaya: grazie grazie grazie ti amo, ti amo ti amo ti amo grazie!
    Anna

  34. patrizia

    Ciao Josaya,
    grazie per tutto quello che fate!
    In attesa di un nuovo incontro: grazie, grazie, grazie, ti amo … ti amo, ti amo, ti amo, grazie :-)

  35. Gianluca

    Ragazzi siete forti!!
    E’ il primo webinar che ascolto ed è stato semplicemente fantastico. GRAZIE! per la gioia che ci trasmettete e la passione per tutto quello che fate.
    Adesso non vedo l’ora che arrivi qualche bolletta da pagare per avere la possibilità di provare a cambiare prospettiva….. :D

    Grazie, Grazie, Grazie di cuore!

  36. Anna Maria

    Anche a me piacciono molto i vostri incontri e li aspetto con ansia. Mi trovo perfettamente allineata con il vostro pensiero e tutti i giorni cerco di restare centrata su me stessa anche aiutandomi con ho oponopono la cui pratica e’ fantastica ! Grazie a voi che vi siete manifestati nella mia vita e grazie a me stessa che lo ha permesso !

  37. Lidia

    Finalmente sono riuscita ad ascoltare il Tele Traning … mi spiace non essere potuta stare con voi giovedì ma sono stata ripagata ampiamente dal contenuto della serata…. :) grazie è stato molto interessante… vi seguo da febbraio con affetto e sto Ho’ oponoponizzando tutto…ma proprio tutto… con grandi risultati…:) sono felice di avervi scoperto, di avere imparato questa tecnica e, da qualche giorno, di avere imparato che posso sentirmi quotidianamente il “mio guru” senza presunzione ;) e….. se ho bisogno di aiuto non ho difficoltà a chiederlo :)

    GRAZIE per il vostro superbo lavoro!

  38. Roberto

    GRAZIE,GRAZIE,GRAZIE. Che esperienza fantastica ed ancor più fantastico
    la personale sperimentazione quotidiana. E il meglio deve ancora venire.
    Roberto

0 Pings & Trackbacks

Lascia un Commento